APRE METEF 2017: L’ITALIA PROTAGONISTA NELL’INDUSTRIA MONDIALE DELL’ALLUMINIO

 
 
 
APRE METEF 2017: L’ITALIA PROTAGONISTA NELL’INDUSTRIA MONDIALE DELL’ALLUMINIO
 
Giornata di apertura per Metef, l’esposizione internazionale per la filiera industriale dell'alluminio e dei materiali innovativi, che coinvolge oltre 400 espositori con un terzo di presenza estera. Dopo l’inaugurazione si è svolta la cerimonia di assegnazione del Premio Innovazione, che ha riconosciuto l’eccellenza tecnologica di dodici aziende.
 
21 giugno 2017- «Giunta alla sua undicesima edizione, Metef ha confermato gli obiettivi posti vent’anni fa: aggregare e valorizzare le eccellenze italiane in tutti gli ambiti, coinvolgendo imprese, associazioni, istituzioni, università. Oggi portiamo a compimento, attraverso il percorso fieristico, la realizzazione di un vero e proprio sistema economico globale nell’ambito dell’alluminio, al fine di portare nel mondo l’Italia tecnologica più vincente, riconoscibile nei diversi segmenti della filiera: fonderia getti, pressocolata, estrusione, laminazione, lavorazioni e finiture superficiali»: così Mario Conserva, presidente di Metef, ha aperto i lavori dell’evento inaugurale della manifestazione che per quattro giorni, fino a sabato 24 giugno, richiamerà a VeronaFiere il gotha dell’industria mondiale del “metallo leggero” e dei metalli innovativi, che trova nel comparto dell'automotive e dei trasporti in genere l'elemento trainante per l'intero indotto industriale. 
 
«La rassegna rappresenta un settore d’eccellenza della manifattura italiana che Veronafiere ha deciso di presidiare dal 2014, puntando sullo sviluppo del format insieme alle associazioni partner, a cominciare da Amafond, Assofond e Assomet», ha aggiunto Claudio Valente, vicepresidente di Veronafiere Spa. Che ha citato numeri da record per la filiera italiana dell’alluminio: oltre 11 miliardi di euro di fatturato, 500 grandi aziende con 15mila addetti e il primo posto in Europa per impianti di produzione e trasformazione, con un consumo di alluminio che ha superato i 2 milioni di tonnellate (+14% rispetto al 2015).
 
Merito in particolare delle sempre maggiori applicazioni di questo metallo leggero nel campo dell’automotive. Al taglio del nastro sono intervenuti Maurizio Sala, presidente Amafond (Associazione italiana fornitori fonderie), Stefano Vittorio Kuhn, direttore macro area territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca – che ha sottolineato il ruolo importante dell’istituto sul fronte degli impieghi per la filiera dell’alluminio, che vale circa 1,5 miliardi di euro -  e Marco Ambrosini, assessore al Commercio del Comune di Verona.
 
A conferma del momento congiunturale favorevole di un mercato in grande ripresa, a Metef sono presenti più di 400 espositori, di cui un terzo provenienti da una ventina di Paesi esteri.
 
Di particolare rilevanza, tra partecipazioni espositive e sponsorizzazioni,  la presenza dei produttori di alluminio primario più importanti a livello mondiale, come Hydro, Rusal, Vedanta ed Emirates Global Aluminium (EGA), e degli operatori professionali da tutto il mondo – sono attese delegazioni commerciali di buyer esteri selezionati da Germania, Austria, Stati Uniti, India, Iran, Iraq, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Ungheria, Serbia, Turchia, Russia e Messico - anche per lo svolgimento concomitante del congresso internazionale Aluminium 2000.
 
Al termine dell’inaugurazione si è svolta la cerimonia di assegnazione del Premio Innovazione, riconoscimento con cui Metef valorizza la vocazione delle imprese espositrici all’innovazione tecnologica. L’edizione 2017, che ha selezionato proposte di notevole rilevanza per i settori fonderia, pressocolata ed estrusione, per le tecnologie e i processi produttivi, per le macchine e per gli impianti, ha visto premiare  dodici progetti (Baraldi, EcoTre-Colosio-Esi Italia, Enginsoft, FMB-Gruppo OMR, Foundry Ecocer, Gefond Green Box, Novellini, Properzi, Streparava, Zanardi Fonderie) più due menzioni speciali (Fonderie Cervati, Unilab).
 
 
METEF                                                                                                           
esprithb  - Milano                                                                   Servizio Stampa Veronafiere
E-mail: monique.hemsi@esprithb.it                                      E-mail: pressoffice@veronafiere.it
 
 

Condividi questo comunicato stampa

TORNA INDIETRO