PERCHE’ IL SOTTOVUOTO NELLA PRESSOCOLATA?

SCOPRITELO A METEF 2017

 
MAMBRETTI METALLI espone a Metef un’offerta completa e qualificata che si articola nella progettazione, realizzazione, installazione e avviamento delle proprie apparecchiature per vuoto FONDVACUUM.
 
L’azienda potrà inoltre fornire consulenza e collaborazione per il miglioramento del prodotto pressofuso, dallo stampo alla gestione dei vari parametri: centralina vuoto, macchina pressofusione, termoregolazione, lubrificazione.
 
L'aria normalmente presente e i gas prodotti dal metallo liquido nella camera di iniezione (contenitore) e nelle cavità dello stampo, sono difficilmente espulsi per la quasi totalità dallo stampo. Questo comporta una serie di problematiche:
 
- Produzione di pezzi con porosità interne (inglobamento di aria e gas di fusione)
- Maggior pressione sul metallo per ottenere pezzi idonei dovuta alla resistenza dell'aria e dei gas presenti durante l'iniezione del metallo.
 
Le porosità interne riducono la resistenza meccanica del pezzo, inoltre creano problemi durante i trattamenti superficiali.
Le centraline sottovuoto FONDVACUUM unite alla tecnologia brevettata delle valvole per il vuoto consentono alla fonderia in pressofusione un'efficace evacuazione dei gas dallo stampo permettendo di ottenere getti di elevata qualità e di ridurre gli scarti.
 
Gli studi e l'esperienza maturata dalla tecnologia brevettata FONDVACUUM hanno portato alla realizzazione di un sistema integrato per la gestione del vuoto negli stampi di pressofusione di metalli non ferrosi (zama, alluminio, magnesio, ottone).
 
 
 
 
 

Condividi questa news

TORNA INDIETRO