ROBOTICA E MECCATRONICA PROTAGONISTE A…

METEF 2017

In Europa si guarda alla fabbrica intelligente mentre gli Usa si dedicano al prodotto intelligente: secondo il Boston Consulting Group, infatti, oltre il 40% degli imprenditori americani prevede un grande effetto positivo della digitalizzazione per affrontare la questione produttività/costi.
Come noto, la via americana è diversa da quella europea, perché in genere il potere di indirizzo pubblico nel Vecchio Continente è assai forte, mentre in Usa si lascia molta iniziativa soprattutto alle grandi imprese.
Secondo studi analitici su questa materia condotti recentemente dall’Università di Brescia, la versione europea di Industry 4.0 e il Back to Manufacturing promosso dal presidente statunitense Obama, sono due fenomeni convergenti, che nascono dalla consapevolezza che l’industria dà identità e stabilità alle società complesse.
La personalizzazione di massa, rapida e a basso costo, insieme con l’automatizzazione del processo manifatturiero, permette di rispondere in maniera flessibile ai clienti e agli ordini con alta priorità. Su questi punti l'Italia ha una carta importante da giocare poiché è tra i leader mondiali della robotica e meccatronica avanzata ed è al quarto posto nel mondo per numero di robot utilizzati in azienda; queste competenze, se unite alla digitalizzazione, possono portare il Paese a essere tra i leader di Industry 4.0. Molte delle tematiche relative a questi problemi, relativamente ai processi e alle trasformazioni metallurgiche, saranno oggetto di grande attenzione al prossimo Metef 2017. 

Condividi questa news

TORNA INDIETRO