Alluminio nelle auto europee..

..in crescita del 30% nei prossimi dieci anni

 
Secondo l’ultimo  studio di Ducker Worldwide sugli impieghi dell’alluminio nell’automotive in Europa, nei prossimi dieci anni la quantità di leghe leggere nelle automobili potrebbe  aumentare fino al 30% rispetto a quella presente attualmente. Questo incremento è da attribuire in particolare a un maggior impiego di prodotti laminati
utilizzati
per la carrozzeria, dei quali è
previsto una crescita anche superiore al 110%. Le ragioni di questa straordinario sviluppo
dell’impiego di alluminio nel campo dei trasporti  è collegata  alla necessità
di ridurre il peso dei
veicoli, verso l’obiettivo di una mobilità a basso livello di emissioni ed ad un minor consumo di  di carburante. Secondo i dati dell’analisi di Ducker, entro il 2025 dagli attuali quasi 150 kg di leghe leggere per vettura  si dovrebbe passare a quasi i 200 kg. Confrontando l’evoluzione circa i  i tipi di semilavorati di alluminio impiegati nelle vetture  tra il 2012 e il 2016, si rileva che  sebbene ancora dominante (99,5 kg per vettura nel 2016), la quota dei getti di fonderia è diminuita in termini relativi dell’8% negli ultimi quattro anni, mentre  i laminati (stimati nel 2016 a 27,2 kg per vettura), impiegati per realizzare le portiere ed altre parti della carrozzeria, gli scambiatori di calore ed altri componenti diversi, sono cresciuti in modo significativo,  la quota di estrusi e di forgiati rimane invece sostanzialmente stabile a 16,8 kg per autovettura.  
 
 

Condividi questa news

TORNA INDIETRO