L’INDUSTRIA FUSORIA MONDIALE

CONTA SU OLTRE 5 MILA FONDERIE

 
Secondo la World Foundry Organization, la produzione mondiale 2015 di getti ha superato i 103 milioni di tonnellate. I maggiori operatori in termini di produzione in milioni di ton sono i seguenti: Cina 46,2, USA 10,5,
India 10,0, 
Giappone 5,5,  Germania 5,2, Russia 4,2, Brasile 2,7,  Corea 2,6,  Messico 2,3,  Italia 2,0, Turchia 1,7.
L’Europa, con oltre 5.000 fonderie ed una produzione complessiva 2015 di oltre 15 Mt di getti è praticamente ritornata sui livelli del 2013, molto buone le performace del settore non ferroso, sostenuto dall’automotive.
L’importanza dell’alleggerimento dei veicoli è ben evidenziata dai significativi recenti investimenti di grandi case automobilistiche nella fonderia getti di alluminio: Audi ha aperto una nuova fonderia di pressofusione in alluminio a Münchsmünster, a circa 30 km dalla sua sede principale bavarese di Ingolstadt, Germania; BMW ha aumentato la capacità della sua fonderia di alluminio in Germania di circa il 50%; General Motors ha annunciato la chiusura di una fonderia getti di ferro e l’ampliamento di una fonderia di alluminio. L’industria fusoria globale di alluminio affronterà necessità di investimenti crescenti, il trend in aumento dei trattamenti superficiali richiederà relativi investimenti come anche la crescente complessità delle leghe necessarie per i getti strutturali.

Condividi questa news

TORNA INDIETRO