Pronti per la ripartenza

Lettera del nostro presidente Mario Conserva agli amici dell'alluminio

Cari amici dell’alluminio

spero che stiate tutti in buona salute e che siate pronti per la ripartenza delle vostre attività e per un graduale ritorno alla normalità.  

Metef ha accolto con grande soddisfazione la decisione della Commissione Europea di mantenere i più ambiziosi standard di sostenibilità ambientale nel “Recovery Plan”, e nell’ambito delle misure da mettere in campo per affrontare la crisi COVID-19, abbiamo invitato le istituzioni dell’UE a riconoscere l'alluminio come un settore essenziale e includerlo tra le catene di valore strategico per il rilancio dell’economia europea. 

ABOLIZIONE DEL DAZIO

Tra le misure più urgenti per stimolare la ripresa economica, riteniamo innanzitutto che debba essere abolito il gravoso dazio sulle importazioni di alluminio grezzo, non avrebbe infatti alcun senso investire centinaia di miliardi nella nostra economia per aiutare le aziende a superare questa crisi e, allo stesso tempo, mantenere invariato un extra-costo artificiale per tutto il settore dell’alluminio causato dal dazio sulle importazioni della nostra materia prima, per di più in un mercato, come quello europeo, che è dipendente dalle importazioni di alluminio primario. Si tratta di una misura semplice e di immediata applicazione che ridurrebbe i costi di produzione per le aziende del downstream, che potrebbero migliorare la propria competitività nel mercato interno e a livello internazionale. 

IL MERCATO CINESE

Proponiamo inoltre come misura complementare a questo provvedimento, anche una politica di difesa commerciale dell'UE molto più incisiva contro la concorrenza sleale di prodotti importati dalla Cina in competizione asimmetrica come l’alluminio primario cinese, un metallo caratterizzato da un’alta impronta di carbonio e prodotto utilizzando fonti energetiche fossili altamente inquinanti. 

ALLUMINIO SECONDARIO

Ancora nell’obiettivo di  rafforzare la resilienza della nostra economia, chiediamo  che debbano essere previste misure di supporto per i produttori di alluminio secondario da riciclo, originato attraverso il recupero del metallo: si tratta di un prodotto virtuoso, a bassissima impronta di CO2, che richiede solo il 5% di energia rispetto al primario. L’alluminio ha la preziosa caratteristica di essere riciclabile indefinitamente, senza perdita di proprietà, e la produzione di secondario è un segmento produttivo nel quale l’Italia in particolare è, da sempre, all’avanguardia mondiale. È fondamentale che l’UE e gli Stati Membri sostengano le imprese di questo settore che riveste una importanza strategica per il raggiungimento degli obiettivi climatici dell’Unione Europea. 

 NEXT GENERATION EU

Per quanto riguarda il piano "Next Generation EU" della Commissione Europea, riteniamo che si tratti di un progetto di portata storica che favorirà una rapida ripresa economica dell’Unione Europea. 

Questo piano da 750 miliardi di euro svilupperà in particolare programmi di sostenibilità ambientale, come:  

  1. ristrutturazioni di edifici e di infrastrutture sostenibili; 

  1. sviluppo dell'economia circolare;  

  1. realizzazione di progetti di energia rinnovabile (in particolare eolico, solare e idrogeno);  

  1. mobilità e logistica “green” (sviluppo di veicoli elettrici). 

 

Inoltre, prevede grandi investimenti finalizzati a favorire l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione attraverso lo sviluppo di tecnologie abilitanti (come intelligenza artificiale, le infrastrutture cloud e le reti 5G) che permetteranno alle imprese europee di competere in un’economia sempre più digitale. 

GREEN ECONOMY

In questo contesto, l'alluminio avrà un ruolo di primo piano per favorire il rilancio dell’economia europea in chiave “green”. Il nostro metallo rappresenta infatti, grazie alle sue proprietà, il materiale ideale per raggiungere gli obiettivi di economia circolare e riduzione delle emissioni nocive dell’UE.  

Noi guardiamo con grande attenzione al futuro che si prospetta per il nostro settore. Sappiamo infatti che l'alluminio e le sue leghe sono i materiali perfetti per sostenere il progresso sociale e industriale verso un futuro sostenibile, e abbiamo fiducia che METEF 2021 possa testimoniare la validità di questo grande ruolo previsto per il nostro metallo.  

  

Buon alluminio a tutti! 

Mario Conserva  

Presidente di METEF  

 

Condividi questa news

TORNA INDIETRO