RICCARDO FERRARIO NUOVO PRESIDENTE AMAFOND

il Presidente Maurizio Sala è giunto a fine mandato

 
 
RICCARDO FERRARIO NUOVO PRESIDENTE AMAFOND
 
Il giorno 23 Luglio 2020 si è svolta la 74° Assemblea Ordinaria di Amafond, l’Associazione Italiana Fornitori Fonderie, nella cornice di Borgo Santa Giulia a Corte Franca (BS). In quest’occasione, si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali per il biennio 2020-2021: è stato eletto nuovo Presidente di Amafond l’Ing. Riccardo Ferrario, Direttore Generale del Gruppo Idra di Travagliato (BS) dal 2009, azienda che vanta oltre 70 anni di esperienza nella produzione di macchine per la pressofusione e attrezzature ausiliarie, con un passato in Fiat Teksid, Meridian Technologies ed EurAlcom.
 

 

LE NOMINE

Sono stati eletti Vice Presidenti per il Gruppo Prodotti: Luca Casella (Direttore – Sipag Bisalta Spa) e Angelo Vezzuli (General Manager – EKW Italia Srl), mentre per il Gruppo Macchine e Impianti: Paolo Magaldi (Deputy CEO – Magaldi Power Spa) e Michele Pietribiasi (Amministratore Delegato – Euromac Srl). Il Past President Piero Starita è stato eletto per acclamazione a Presidente Onorario di Amafond.

 

MAURIZIO SALA ARRIVATO A FINE MANDATO

Tutte le Associate Amafond ringraziano il Presidente Maurizio Sala, arrivato a fine mandato, per il grande ed importante lavoro svolto in questi anni per l'Associazione e un ringraziamento particolare arriva anche da Metef per l’attivo e costante sostegno alla manifestazione. Sala rimarrà comunque in Amafond come Past President per supportare e sostenere il nuovo Presidente nel suo percorso in questo difficile momento.

 

"Guidare Amafond per 4 anni ha rappresentato per me un privilegio con esperienze impagabili. Quando venne fondata nel 1946 Amafond era poco più di un progetto da costruire nelle mani  di un volonteroso  gruppo di fabbricanti e distributori di macchine e prodotti per la metallurgia, in particolare per le fonderie, oggi è conosciuta in ogni parte del mondo, è l’immagine delle imprese italiane che operano in questo importante settore rappresentando il meglio delle tecnologie per l’industria fusoria e non solo. Da sempre con il sostegno delle istituzioni nazionali, come l’Istituto del Commercio con l’Estero ed il Ministero dello Sviluppo Economico, abbiamo lavorato per lo sviluppo della fonderia metalli italiana, non solo nel mercato domestico, ovunque  ci fosse un interesse noi siamo stati attenti e presenti, con iniziative e missioni, portando gli associati a scoprire nuovi mercati, a partire da quelli europei per arrivare alla Cina, alla Russia al Brasile, al Messico all’India, all’Indonesia agli Stati Uniti, all’Iran alla Polonia, alla Turchia alla Repubblica Ceca, Argentina, Sudafrica, Corea, Giappone.

In sinergia e  stretta collaborazione con le associazioni  nazionali di settore, in primo luogo quelle a noi più vicine come Assofond ed Assomet, ci siamo impegnati  a dimostrare la  nostra competenza  ai massimi livelli sui mercati internazionali, cercando di fare sistema ed ottenendo risultati  nei settori avanzati delle applicazioni dei metalli, da ghise ed acciai alle leghe leggere, nell’automotive, nella meccanica,nell’elettronica, nelle costruzioni.

Io non ho fatto altro che seguire una strada ben tracciata,  puntando a consolidare relazioni  di partenariato tecnico culturale con associazioni ed istituzioni rappresentanti di importanti mercati internazionali, come gli accordi con la Russian Aluminium Association e con l’India e le strette  relazioni con i Paesi del Golfo, allo scopo di promuovere un’Italia che vuole crescere e che riesce a farlo utilizzando le sue forze migliori, guardando oltre le proprie frontiere. L’Amafond ha spalle solide, è coesa, ben strutturata, determinata, veloce e flessibile nelle decisioni  e nelle scelte, il nuovo presidente Riccardo Ferrario è un personaggio di eccellenza nel nostro settore e darà un grande contributo insieme al Consiglio, alla vita associativa dei prossimi anni".

Condividi questa news

TORNA INDIETRO